Una ricerca svela come i deodoranti possono causare allergie e irritazioni

Il dottor Stanley Fineman, presidente del gruppo di  ricercatori del A.C.A.A.I, American College per le allergie, asma e immunologia, ha presentato a Boston i dati di un  studio condotto sugli agenti chimici contenuti nei deodoranti potenzialmente dannosi per l’uomo. Lo studio ha dimostrato come i deodoranti possono causare danni alla salute di circa il 20% della popolazione americana, primi fra tutti allergie e irritazioni delle vie respiratorie.

Bisogna dunque utilizzare con molta cautela bombolette spray e deodoranti per ambiente, causa, in caso di frequente esposizione, di sintomi allergici come nausea e vertigini, irritazioni agli occhi e alle vie respiratorie. Un uso prolungato inoltre può causare gravi danni al fegato, ai reni e al sistema nervoso centrale.

La causa di tali disturbi si deve attribuire agli agenti chimici, comunemente definiti VOC, composti organici volatili, sostanze che non eliminano gli odori ma si limitano a coprirli. Tra i Voc più utilizzati si trovano distillati del petrolio, chetoni, alcoli e formaldeide. Lo studio del gruppo di ricercatori di Boston ha portato a controllare i deodoranti per ambiente più diffusi nel mercato americano, prodotti pubblicizzati come naturali, che in realtà contenevano mediamente 20 composti volatili tossici e pericolosi. Per eliminare gli odori sgradevoli dunque occorre prestare molta attenzione all’utilizzo di questi prodotti, aerare i locali adeguatamente e prendere in considerazione l’utilizzo di piante per poter purificare in maniera naturale le abitazioni e i luoghi di lavoro.

[EMIDIO]

Loading...

Commenti