Disintossicamento alimentare: come rimediare ad una alimentazione non corretta

Recenti studi hanno confermato come una alimentazione non corretta provochi ben il 70% delle intossicazioni che possono portare all’insorgere di un tumore. Inquinamento, manipolazione genetica, additivi e fattori ambientali, rappresentano un serio problema.

Per rimediare ad una alimentazione non corretta, occorre cercare di seguire una dieta quanto più variegata possibile. Iniziare da quello che si mangia, può rappresentare una primo passo nell’affrontare il problema. E’ importante non limitandosi agli stessi alimenti tutti i giorni, cercare di variare i pasti, bere e consumare frutta e verdura. Per eliminare le tossine bisogna conoscere il tipo di intossicazione e i fattori che la provocano.

Oggi si sente parlare spesso di avvelenamento da metalli pesanti, di accumulo di grassi nelle arterie, o ancora di veleni di diversa natura che sono nell’ambiente in cui viviamo. Le intossicazioni sono provocate dal cibo, dall’aria respirata, dallo smog, dal fumo di sigaretta, condizioni che riguardano da vicino ognuno di noi. Chi vive in città, chi si trova a convivere con soggetti fumatori, chi per lavoro, si trova a consumare un pasto veloce senza possibilità di scelta.

Cosi come possiamo limitare i danni, possiamo aiutare il nostro organismo ad eliminare le sostanze nocive, ad esempio attraverso un trattamento disintossicante periodico. Le sostanze disintossicanti esistono in natura e sono a disposizione di tutti, basti pensare all’acqua, alle vitamine, alle fibre alimentari o ai fermenti lattici. Con piccoli accorgimenti il nostro organismo riesce ad eliminare le tossine in maniera naturale, con il sudore ad esempio, eliminando i liquidi. I vantaggi della prevenzione possono fare la differenza e saranno molto importanti per migliorare la qualità della nostra vita.

[EMIDIO]

Loading...

Commenti