Wi-fi e rischio di obesità infantile

Uno studio Californiano del Consorzio Kaiser, ha analizzato l’esposizione dell’utero ai campi magnetici prodotti dal wi-fi e da altri dispositivi, i dati mostrano un notevole aumento del rischio di obesità per i bambini. L’esposizione alle onde elettromagnetiche in gravidanza è stato monitorato in circa 100 donne americane i cui figli sono stati seguiti in diverse fasi della crescita sino a 13 anni. La percentuale di rischio è risultata maggiore del 69%, il legame è proporzionale all’esposizione. La ricerca apre quindi un notevole dibattito. Se da un lato sono noti, sia l’utilità del servizio che la crescita esponenziale del settore, basti pensare infatti alle aree wi-fi urbane, alla fruizione gratuita della rete ecc, non si conoscono, almeno in pratica, gli effetti collaterali dell’esposizione alle onde. Precisando infine che lo studio ha esaminato anche i campi magnetici generati da altri dispositivi, come ad esempio i forni a microonde, i dati dello studio saranno controllati da diversi enti, per concordare eventuali misure e precauzioni per la salvaguardia della salute di tutti.

Loading...

Commenti