Celiachia: crescono i casi di intolleranza alimentare in Sicilia

L’Associazione Italiana Celiachia Sicilia Onlus, ha di recente presentato i dati relativi all’aumento dei casi di intolleranza alimentare, diagnosticati nell’isola nell’ultimo anno. I dati mostrano un incremento annuo del 20%, riscontrato in particolare nelle province di Palermo, Messina e Catania, dove si registra una diagnosi di Celiachia ogni 120 abitanti, un dato superiore alla media italiana.

L’intolleranza al glutine, una delle malattie autoimmuni che più è aumentata negli ultimi 30 anni,  conta in Sicilia oltre 10.000 pazienti diagnosticati, con un costo per paziente calcolato in circa 1.000 Euro all’anno. Un dato sottostimato, se si considera che le mancate diagnosi costano circa 5 miliardi di euro all’anno nell’area del bacino del Mediterraneo.

L’ associazione AIC Sicilia, in collaborazione con l’ordine dei medici di Palermo, ha sottolineato l’importanza dell’informazione e della promozione di attività di sensibilizzazione nei confronti delle aziende e degli enti pubblici, per far applicar la Legge 123/07, il provvedimento che disciplina le misure da adottare per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, che considera anche la celiachia tra le patologie da tenere in considerazione. Come ricordato dal Presidente AIC regionale Fabio Leone, si deve intervenire per disciplinare i pasti serviti nelle mense scolastiche e universitarie, nelle navi, negli aerei e finanche negli ospedali, che  sono standardizzati e che non prevedono varietà di menù che escludano alimenti comuni come il pane, la pasta e la pizza.

[EMIDIO]

Loading...

Commenti