Obesità: mangiare buccia di mela per ridurre tessuto adiposo

La presenza di acido ursolico nella buccia delle mele aumenta la massa magra e contribuisce a bruciare le calorie. L’ennesimo studio per combattere il rischio obesità arriva dagli Stati Uniti, dall’Università del Iowa. Mangiare la buccia delle mele riduce inoltre il rischio di sviluppare il diabete e alcune malattie del fegato.

L’acido ursolico e la formazione del grasso bruno. Analizzando il regime alimentare di soggetti con problemi di sovrappeso, è stato dimostrato come la presenza dell’acido ursolico contribuisce alla diminuzione di due dei principali fattori di rischio per l’obesità, i lipidi nel sangue e l’indice glicemico.

Già in passato, studi e ricerche hanno considerato l’azione positiva dell’aumento del tessuto adiposo bruno, componente importante per aumentare e favorire il maggiore dispendio di calorie. La ricerca e i parametri di riferimento hanno considerato un regime alimentare ricco di grassi.

Loading...

Commenti