Camminare a piedi scalzi aiuta le ginocchia colpite da artrosi

Una ricerca delle Università di Otago, in Nuova Zelanda e di Costanza, in Germania, analizzando diversi studi sui problemi di artrosi alle ginocchia, ha dimostrato come, camminare scalzi può contrastare gli effetti negativi della malattia. In particolare, il contatto a terra dei piedi nudi limita in maniera evidente l’angolazione anomala provocata dall’artrosi.

Sono diversi gli studi che hanno riguardato le calzature e il supporto di plantari, analizzando diverse “interferenze” con il benessere del nostro corpo. Sono noti ad esempio gli studi sui tacchi alti e i problemi di cellulite, i problemi alle articolazioni e alla colonna vertebrale dovuti ad una postura non sana. Questa ricerca, ha osservato il sosteno garantito al ginocchio in base all’appoggio del piede.

Diversi fisioterapisti concordano nell’affermare che alcune scarpe sportive, calzature senza plantare e zoccoli alti, non garantiscono il sostegno ideale, provocando nel tempo lacerazioni nei tessuti che collegano le articolazioni. Camminare a piedi nudi, anche per le persone senza problemi, può rafforzare l’assetto del ginocchio e prevenire l’insorgere di problemi. Tra le calzature bocciate “a pieni voti” si segnalano scarpe con punte strette e tacchi alti.

Loading...

Commenti