Creata in laboratorio la zanzara Killer contro la Malaria

Uccide tutti gli altri insetti che diffondono la malattia e non è in grado di trasmettere il virus. Dopo 20 anni di sperimentazione, gli scienziati dell’University of California, hanno dato vita in laboratorio ad una specie di zanzara modificata geneticamente che resiste alle altre zanzare e non diventa portatrice della malattia.

Attraverso l’immissione di un gene modificato, l’insetto in età adulta diventa innocuo ed è incapace di trasmettere la malattia. Iniziando a produrre colonie di zanzare, si potrebbe dar vita ad una specie dominante che avrebbe il sopravvento su tutte le altre specie di zanzare comuni. Il ceppo modificato in laboratorio appartiene alla famiglia di insetti più pericolosi, la Anopheles Stephensi portatrice del virus con il più alto tasso di mortalità.

Nel 2010 oltre 650.000 persone sono morte di malaria, in maggioranza bambini africani al di sotto dei 12 anni.  A seguito dei cambiamenti climatici le maggiori precipitazioni in alcune zone portano all’aumento delle zone paludose e umide, ambiente ideale per la riproduzione delle zanzare. Rilasciando gli insetti in questi luoghi, in breve tempo la popolazione di insetti letali potrebbe diminuire sensibilmente.

Naturalmente si tratta al momento di un test di laboratorio e non si hanno riferimenti ad una sperimentazione reale.

Loading...

Commenti