La flora nell'intestino influenza la nostra felicità: lo studio irlandese

I ricercatori dell’ Alimentary Pharmabiotic Centre dell’Università di College Cork, in Irlanda, hanno studiato l’influenza dei batteri presenti nell’organismo sulla produzione della serotonina, l’ormone della felicità. La qualità e sopratutto la quantità di batteri presenti sin dall’infanzia nell’organismo, possono indicare il grado di felicità dell’individuo da adulto.

La presenza di batteri influenza la produzione di serotonina. Per i ricercatori la presenza di alcuni batteri intestinali nei primi anni di vita,  può indicare la produzione e la concentrazione di serotonina nel cervello. Per dimostrare il legame tra produzione e presenza di batteri, è stato condotto uno studio che ha analizzato il rapporto di dipendenza. La mancanza di un’adeguata flora intestinale durante l’infanzia, infatti, influenza in maniera irreversibile la formazione di una parte del sistema nervoso centrale, lasciando un impronta iniziale permanente in alcune funzioni celebrali.

Il legame tra intestino e cervello. La ricerca ha dimostrato ancora una volta l’effetto positivo di una comunicazione bidirezionale del nostro organismo che lega i processi all’interno dell’intestino con quelli celebrali. Già nell’allattamento al seno, piuttosto che nell’alimentazione artificiale, erano stati dimostrati effetti positivi dovuti alla flora batterica nella formazione dell’organismo durante i primi anni di vita.

Loading...

Commenti