Chi dorme poco sceglie cibi spazzatura: la ricerca dell'University of California

I ricercatori dell’University of California hanno presentato uno studio che mette in relazione la carenza di sonno con la scarsa attenzione nella scelta degli alimenti. Analizzando, attraverso risonanza magnetica,  il comportamento celebrale nei soggetti con carenza di sonno, i ricercatori hanno evidenziato il danneggiamento delle capacità di scegliere i cibi meno dannosi.

Dormire poco danneggia le aree decisionali superiori. Sono diversi gli studi recenti sulle conseguenze di un sonno poco corretto o scarso, la ricerca Californiana, uno degli stati che ha intrapreso una forte campagna di contrasto nei confronti del junk food, il cibo spazzatura, ha analizzato il cattivo funzionamento dei lobi frontali, ed in particolare dell’area celebrale preposta alle decisioni, in relazione all’attenzione nella scelta degli alimenti.

La carenza di sonno attiva le aree celebrali che ricercano il piacere e il cibo spazzatura, ad esempio bibite zuccherate e gassate, patatine fritte, pizza, cibi da fast food, vengono elaborati come un desiderio. Inoltre la mancanza di sonno riduce la produzione di laptina, ormone che riduce la fame. Dormire poco porta a preferire cibi grassi, conseguenza diretta di un aumento di peso.

Loading...

Commenti