Chemioterapia più efficace e meno tossica con un nuovo farmaco

Dal congresso mondiale di oncologia in corso a Chicago arriva la presentazione di un nuovo farmaco “postino”, capace di trasportare al suo interno il farmaco chemioterapico pronto ad essere rilasciato una volta arrivato nella cellula tumorale. Lo studio potrebbe rendere le terapie Chemio molto più efficaci e meno tossiche.

L’importanza della scoperta è doppia, da un lato la possibilità di intervenire in maniera più efficace, dall’altro una tossicità dei trattamenti molto minore. La sperimentazione sul carcinoma mammario, con risultati che hanno dimostrato una riduzione del rischio di peggioramento della malattia del 35%.

Per il nuovo trattamento appena presentato, noto come T-DM1, sarà richiesta autorizzazione all’Agenzia Europa dei medicinali, per il trattamento del tumore al seno metastatico, stesso iter di approvazione anche per la corrispondente autorità statunitense, la Food and Drug Administration. Per il dottor Luca Gianni, direttore del Dipertimento di oncologia medica presso il San Raffaele di Milano, l’approvazione di questa nuova terapia può rappresentare uno spartiacque molto importante nella lotta contro i tumori. Per via della tossicità infatti, la Chemio può essere utilizzata sono per periodi limitati, le terapie ormonali a bersaglio invece, riducendo la tossicità nel resto dell’organismo possono essere utilizzate in terapie miste e aprire la strada a nuove strategie vincenti.

Loading...

Commenti