Colesterolo e obesità mettono a rischio il cuore degli italiani

Sono stati resi noti i dati di un’indagine condotta dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con L’associazione Cardiologi Ospedalieri sui pericoli che diabete e obesità rappresentano per le arterie del cuore. Il cuore di almeno 1 italiano su 10 è a rischio, il 40% della popolazione è in sovrappeso e cresce la percentuale di popolazione obesa.

Lo studio italiano ha esaminato 8500 soggetti a campione di età compresa tra i 35 e i 79 anni, misurando i principali parametri vitali. Rispetto a 10 anni fa, nel 2002, anche se la popolazione in sovrappeso è diminuita del 42%, il numero delle persone obese è aumentato del 26%. La presenza di Colesterolo alto interessa il 38% del campione, ben il 12% in più rispetto al 2002.

Buone notizie dal calo dei fumatori. Rispetto a 10 anni fa il numero dei fumatori è diminuito in maniera considerevole, dato compensato in maniera negativa dall’aumento dei diabetici. Per quanto riguarda le malattie cardiache, l’Italia rientra nelle medie europee, con una percentuale che interessa per il 10% le donne e per il 12% gli uomini. I dati, che vengono ripetuti ogni dieci anni, confermano l’importanza di continuare con le strategie di comunicazione e prevenzione in atto. Molto resta quindi ancora da fare, sette italiani su dieci sono ancora in condizione di sovrappeso, è importante informarli.

Loading...

Commenti