Sclerosi multipla: giornata mondiale tra ricerca e terapie

Durante il Congresso internazionale di Roma, in vista della due giorni mondiale del 30 e 31 Maggio 2012 promossa dall’Aism, si discute di ricerca, diagnosi e nuove terapie. In italia si contano 63.000 malati di sclerosi multipla, sopratutto donne e giovani tra i 18 e i 30 anni. Una diagnosi di malattia ogni 4 ore. Il costo sociale annuale si aggira intorno ai 2,2 milioni di euro.

La sclerosi multipla. La malattia si riscontra alla base con un danneggiamento della guaina mielinica che avvolge le fibre del sistema nervoso con conseguente reazioni sulle funzioni del cervello e a livello delle aree periferiche. Per i malati risulta difficoltoso compiere azioni  fondamentali come camminare, vedere, restare in equilibrio. Saranno numerose le iniziative organizzate dall’Aism, convegni scientifici, presentazione di studi e ricerche internazionali.

Ricerca e prevenzione. Negli ultimi anni molto è stato fatto e tanto resta da fare, la maggiore conquista della medicina contemporanea è stata quella di arrivare ad avere una diagnosi in tempi molto brevi. Con l’aiuto della risonanza magnetica a livello del midollo spinale è possibile infatti interpretare il manifestarsi della malattia. Di recente, uno studio italiano coordinato dal Ospedale San Raffaele di Milano, ha scoperto una  nuova possibile terapia, individuando nell’ossido nitrico l’agente responsabile di questa patologia degenerativa.

Loading...

Commenti