La Curcuma stimola il sistema immunitario: lo studio sul Curry e le sue proprietà benefiche

I ricercatori universitari dell’Oregon, in collaborazione con l’Università di Copenaghen,  hanno realizzato uno studio sulla curcumina, il colorante alimentare simile allo zafferano, antica medicina Ayurvedica Indiana, utilizzata insieme a miscele di spezie per la preparazione del Curry. Ancora una volta il favore della scienza attribuisce a questo ingrediente proprietà benefiche in grado di stimolare il sistema immunitario.

L’assunzione di questa sostanza provoca un notevole aumento della proteina “CAMP”, antimicrobico catelicidina, che protegge contro gli attacchi dei virus, agenti patogeni e batteri. Durante gli studi è stato riscontrato un’aumento dei livelli della proteina di almeno 3 volte in soggetti campione che hanno assunto l’ingrediente. I risultati dello studio, pubblicati sul Journal of Nutritional Biochemestry, mostrano come un consumo di curcuma prolungato nel tempo possa aumentare le difese immunitarie sopratutto per il tratto intestinale e lo stomaco.

L’antica medicina indiana. Utilizzata in passato per trattare diversi disturbi, i primi studi dell’età moderna sono stati realizzati a partire dal XX Secolo. Sono in fase di studio e di confronto, diverse ricerche sui potenziali effetti terapeutici della curcumina. Dal 2008 test clinici sugli umani hanno osservato gli effetti su malattie come il cancro al pancreas, sindromi mielodispastiche, tumori del colon, psoriasi. Note sono le sue proprietà antiossidanti e la favorevole azione nell’eliminazione dei radicali liberi.

Loading...

Commenti