Mortalità durante il parto: dimezzati i casi negli ultimi 20 anni

L’organizzazione Mondiale della Sanità, l’Unicef e il Fondo Nazioni Unite Popolate, hanno resto noto i dati “Trends in maternal Mortality”, sui tassi di mortalità materna legata alla gravidanza dal 1999 al 2012. I decessi per complicanze dopo il parto si sono ridotti del 50% negli ultimi 20 anni, ma in alcune zone del mondo molto è ancora da fare. Nei paesi in via di sviluppo, in ‘India e in alcune zone dell’Africa si continua a morire di parto a seguito di infezioni ed emorragie.

Complicanze gravidanza. Anche se i dati sono confortanti, molto si deve ancora fare. Alla presentazione dei dati, il dottor Osotimehin, direttore del Fondo Unfpa, ha confermato l’obiettivo, condiviso a livello mondiale, di rendere ogni gravidanza, in ogni parte del mondo, una scelta consapevole, voluta e sicura. Ogni due minuti una donna muore per complicanze  legate al parto, nel corso del 2011 sono morte 56mila donne in India, 40mila in Nigeria, almeno 10.000 in Sudan,Indonesia ed Etiopia. La situazione diventa molto grave se si confrontano i dati con quelli del mondo occidentale.

Mortalità materna. Oltre 200 milioni di donne non hanno accesso ai contraccettivi moderni,come nell’Africa sub-Sahariana, dove circa una donna su 40 rischia di morire per difficoltà legate al parto, oltre la metà di questi decessi si potrebbe evitare con semplici interventi di informazioni e sensibilizzazione. L’attività di diversi consultori italiani, che intervengono sulla salute riproduttiva sessuale dei paesi in via di sviluppo, rappresenta un modello di successo che da riscontro ad ottimi risultati.

Loading...

Commenti