Cresce il doping nelle palestre: l'allarme lanciato dalla commissione di viginalza

I dati del 2011 della Commissione Vigilanza e Controllo del Doping del Ministero della Salute, presentati a Roma durante un convegno, mostrano una pericolosa realtà nelle palestre e tra gli sportivi amatoriali. Almeno il 3% fa uso di doping, 1 su 10 tra i frequentatori delle palestre. Molto pericolosa la tendenza ad utilizzare prodotti legali in maniera inappropriata.

Durante l’attività di contrasto al doping, svolta su tutto il territorio nazionale con il supporto della Guardia di Finanza, sono stati controllati oltre 1600 atleti non professionisti, il 40% legati al mondo del ciclismo. Tra le sostanze incriminate sopratutto diuretici e mascheranti. Il preoccupante fenomeno riguarda tutte le età, coinvolgendo sportivi dai 29 ai 65 anni.

Doping anche nelle palestre. Un altro dato molto importante riguarda il ricorso al doping nelle palestre, sopratutto nella pesistica e nel culturismo. In questo settore si ricorre in maniera inadeguata all’uso di antiinfiammatori e integratori non autorizzati dal Ministero della Salute. Alla luce di quanto emerso, si può affermare che il fenomeno doping risulta molto più presente in ambito amatoriale e dilettantistico che professionistico. E’ importante aumentare le attività di controllo per contrastare il fenomeno e sensibilizzare l’opinione pubblica sopratutto per la rilevante esposizione ai rischi per la salute.

Loading...

Commenti