Aids: una ricerca spagnola svela la modalità di diffusione

La ricerca arriva dalla Spagna, dal team di ricercatori dell’istituto IrsiCaixa. La modalità di diffusione del virus del HIV nell’uomo avviene attraverso le cellule dendritiche, le cellule che catturano gli antigeni, gli agenti esterni estraneo che poi vengono aggrediti dal sistema immunitario. Per i ricercatori tali cellule non sarebbero in grado di attaccare il virus.

Le cellule dendritiche conosciute anche come cellule del Langherans, dal nome del ricercatore tedesco che per primo le osservò sul finire del 1800, catturano in tutto il corpo i microbi per poi condurli al centro del sistema immunitario, qui, quelli che si possono definire agenti di disturbo,  intrusi nell’organismo dall’esterno, vengono distrutti dai globuli bianchi. Analizzando la diffusione sull’uomo del virus dell’Aids, il team di ricercatori, guidati dal professor Javier Martinez Picado, ha scoperto che queste cellule non sono in grado di frammentare e contenere il virus, che rimane all’interno dell’organismo senza essere annientato.

Lo studio cambierà le terapie antiretrovirali. Le attuali terapie di contrasto all’aids tendono a migliorare la vita del paziente, senza risolvere il problema, il virus continua infatti a replicarsi. La scoperta pone le basi per un nuovo approccio nei confronti dell’infezioni. Ulteriori studi dovranno individuare il trattamento per penetrare nelle cellule dendritiche e eliminare la molecola che protegge l’infezione. La scoperta, che ha ricevuto molta attenzione nell’ambito della comunità scientifica europea, nella fase successiva dovrà introdurre un nuovo protocollo terapeutico anche se i tempi si prevedono molto lunghi.

Fonte dello Studio: Plos Biology Publishing

Loading...

Commenti