Grassi saturi: uno studio Usa sull'alimentazione e la fertilità maschile

La qualità degli spermatozoi dipende fortemente dal tipo di alimentazione. Una dieta con troppi grassi saturi causa problemi alla fertilità maschile. Uno studio dell’ Harvard Medical School di Boston, pubblicato sulla rivista scientifica Human Reproduction, analizza il calo delle nascite nei paesi occidentali. I grassi saturi riducono la produzione di spermatozoi del 40%. 

I ricercatori americani hanno analizzato attraverso esami e questionari sul consumo frequente dei cibi, la qualità e quantità di spermatozoi di 99 uomini di età compresa tra i 18 e i 55 anni. Particolare attenzione alle calorie ottenute dai grassi. Dai risultati, su soggetti diversi, normopeso e sovrappeso emerge come se almeno il 37% delle calorie sono prodotte da grassi, e almeno il 13% da grassi saturi la produzione di spermatozoi è minore del 40%.

Dieta sana. Lo studio suggerisce come con l’assunzione corretta di omega 3, si possono migliorare le condizioni di fertilità, migliorando la qualità degli spermatozoi. Attenzione ai prodotti caseari, burro, carne rossa, e all’aumento di grassi monoinsaturi o polinsaturi,  come olio d’oliva o olio di semi nella dieta di tutti i giorni. Lo studio, precisa infine come sull’infertilità maschile possono agire in maniera esponenziale fattori come il fumo, sostanze stupefacenti, l’abuso di alcol.

Il primo studio che collega l’alimentazione alla produzione di spermatozoi. La ricerca Harvard Medical School ha individuato, per la prima volta, un fattore comune nella società occidentale, come il l’alimentazione. I valori di riferimento dello studio, per quanto concerne la quantità e concentrazione di spermatozoi, sono i valori indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Dai 39 ai 15 milioni per millilitro. Anche se si tratta di un piccolo studio, le indicazioni su una corretta alimentazione sono chiare.

Il consiglio del professionista. Quali sono i nutrienti che appartengono alla categoria degli Omega 3? Sono diversi. Esistono integratori bilanciati con un mix di Oli vegetali e di origine animale per … [leggi tutto]

Lo studio è stato realizzato utilizzando il metodo del food frequency questionnaire.

Loading...

Commenti