Infarto: la donna rischia di morire di più per la mancanza di dolore al petto

La rivista dei medici americani Jama ha analizzato un milione di casi del National Registry of Myocardial Infarction dal 1996 al 2006. Lo studio sugli infarti, il più grande finora condotto dimostra come nel paziente donna il dolore al petto e il senso di oppressione che annunciano un infarto possono non comparire. Ecco perchè le donne rischiano di morire più degli uomini per infarto.

Nella donna la mancanza dei sintomi classici dell’infarto può ritardare la diagnosi, con conseguente arrivo più tardi al pronto soccorso rispetto agli uomini. I sintomi possono mancare del tutto sopratutto nelle pazienti più giovani, ciò comporta un trattamento meno aggressivo e l’aumento di probabilità di morte dopo il ricovero.

Lo studio americano ha analizzato ben 12 anni di ricoveri per infarto, i risultati mostrano un età media delle donne ricoverate per attacco cardiaco più avanzata rispetto a quella degli uomini, il dato più importante è che ben il 42% delle donne non presentava alcun dolore.  Negli uomini la mancanza di dolore al petto è stata riscontrata solamente nel 31% dei casi. Nei casi senza dolore analizzati, il 15% delle donne è morto dopo il ricovero in ospedale.

Tra gli autori dello studio il dottor John Canto, professore presso la Watson Clinic di Lakeland in Florida, che nel presentare i dati dello studio sulla rivista ha spiegato come l’assenza di dolore toracico nelle donne con infarto miocardico rappresenta un importante segno predittivo di morte.

[…]Studi condotti negli ultimi 10 anni hanno mostrato come i pescatori eschimesi e giapponesi sono meno esposti al rischio dell’infarto, diabete e altre patologie, il presupposto per la buona salute sono gli acidi grassi Omega 3 che vanno a comporre la membrana che circonda il … […leggi tutto]

Perchè le donne muoiono di più e come prevenire l’infarto: i fattori determinanti per la prognosi sono sostanzialmente due. Nelle donne conta molto l’età, con l’avanzare negli anni infatti i sintomi diventano molto simili a quelli degli uomini e il dato sulla mortalità diminuisce. Inoltre , sopratutto in età giovane si va in contro a forme di infarto molto gravi e gli estrogeni non riescono ad esercitare alcun effetto protettivo. Si deve fare quindi molta attenzione agli attacchi di cuore, al respiro affannoso alla nausea e a dolori alla schiena. E’ importante quindi capire subito cosa sta succedendo in anticipo.

Loading...

Commenti