Pelli sensibili e couperose: i trattamenti mirati per risolvere il problema

La pelle sensibile è un tipo di pelle che reagisce in modo esagerato agli stimoli esterni.

La sensibilità cutanea si presenta con bruciore, prurito, irritazione e non è rara la secchezza. Talvolta si manifesta un rossore transitorio che può sfociare in couperose, condizione in cui una rete violacea di capillari danneggiati rimane visibile in modo permanente.

La maggior parte delle persone colpite da queste affezioni si trovano in una fascia di età che va dai 30 ai 50 anni e d hanno una carnagione chiara. Le donne sono più predisposte rispetto agli uomini a manifestare questa malattia. La causa è per lo più una condizione costituzionale, sebbene alcuni fattori esterni possano essere considerati scatenanti.

Tre sono i passaggi fondamentali per trattare la pelle ipersensibile:

  • La detersione: prediligete detergenti non schiumogeni, anche senza risciacquo, come un’acqua gelificata o un prodotto in emulsione, per pulire e struccare la pelle senza impoverirla. In caso di arrossamenti può essere di aiuto anche utilizzare un prodotto lenitivo per dare immediato sollievo.
  • Trattamento: utilizzate creme protettive e rinforzante, con un numero limitato di componenti, priva di profumo e con ingredienti attivi in grado di rinforzare le difese della pelle, promuovere i meccanismi di riparazione dell’epidermide e proteggere dallo stress delle aggressioni esterne.
  • Make up: lo scarso livello qualitativo di alcuni make up può essere un problema per la pelle sensibile ed ipersensibile. É dunque di grande importanza scegliere un make up formulato con ingredienti selezionati e controllati in modo accurato e specifico, soprattutto per quanto riguarda il contenuto in metalli pesanti come Nickel, Cromo, Cobalto, che possono portare ad allergie da contatto.

Loading...

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteMangiare le verdure fa bene e fa perdere peso
Mi chiamo Bottarelli Daniela Odea e sono nata a Brescia nel 1987. Nel 2010 ho conseguito la laurea come Educatrice Professionale Sanitaria ed ho lavorato a stretto contatto con diverse realtà sociali (comunità per minori, centri per disabilità medio-gravi, tossicodipendenza, educativa di strada, comunità per malati di Hiv, ecc..). Fin dall'adolescenza ho coltivato la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura, e per questo motivo, nel 2012 ho frequentato un corso per Redattore Editoriale che mi ha permesso di lavorare come collaboratrice esterna di diverse riviste di attualità e cultura, nonché come articolista per diverse riviste on line. Mi sono ammalata di cancro nel 2013 e da tre anni sto combattendo questa dura battaglia per la mia vita. Questa malattia mi ha tolto tanto, ma non la mia voglia di lottare, di crescere, di amare e di donare un po' di me al mondo. Ho deciso di condividere un po' di me attraverso le mie opere, partecipando a diversi concorsi letterari. La mia poesia “Voglio essere adesso”, si è classificata al quarto posto al Concorso “Il giro d'Italia delle poesie in cornice”, indetto dalla Casa Editrice Montedit e dall'Associazione Culturale Il Club degli autori. Un'altra mia poesia, “Io ce la farò”, si è anch'essa classificata finalista al Concorso “Marguerite Yourcenar 2016”. Ho scritto diversi romanzi, tra cui uno psico-thriller intitolato “Metamorfosi omicide”, che si è classificato finalista al Premio Letterario Internazionale Gaetano Cingari ( XI Edizione ). Nel mese di ottobre 2016 ho pubblicato la mia prima raccolta di poesie intitolata “Ho riscoperto il profumo della mia pelle” con Aletti Editore, collana Gli Emersi : in essa ho raccolto tutte le emozioni che questo percorso di riscoperta di me tramite la malattia, le mie speranze per il futuro ed il mio amore per questa mia vita, meravigliosa ed imprevedibile vita. Presentata come silloge di poesie presso il concorso Ebook in versi 2016, indetto dal Club degli Autori, “Ho riscoperto il profumo della mia pelle”, ha ricevuto un riconoscimento di merito da parte della giuria. A Natale uscirà il primo mio romanzo giallo dal titolo “Metamorfosi omicide”il primo di una serie di romanzi sul filone dello psico thriller.