Gonfiore addominale come ridurlo e curarlo

Gonfiore addominale come ridurlo e curarlo

Stress, alimentazione sbagliata, cure antibiotiche possono provocare quello che è più comunemente conosciuto come gonfiore addominale, una patologia molto frequente che seppur non è grave è comunque molto fastidiosa. E’ possibile ridurre e curare il gonfiore addominale con dei semplici accorgimenti a tavola o anche con delle cure omeopatiche, è necessario, tuttavia, prima di prendere qualsiasi decisione valutare l’entità e la gravità del problema. In primo luogo occorre valutare la tipologia di gonfiore, se è una costante può essere l’effetto di un’infiammazione e allora occorre indagare meglio per affrontare la tipologia del problema, se invece il malessere appare in determinate occasione va valutata la situazione e rimuovere la causa che nello specifico ha dato vita a pancia gonfia e annessi. Certo è che per stare bene e evitare la comparsa del gonfiore addominale qualsiasi sia la causa occorre seguire un’alimentazione corretta e una regolarità intestinale che evita quei classici disagi legati alla stipse.

Gonfiore addominale: fermenti lattici e carbone vegetale

Si può placare o tuttavia tenere sotto controllo il gonfiore addominale mangiando costantemente fermenti lattici e probiotici e anche se in rare eccezioni possono far male solitamente sono una mano santa per evitare la comparsa di quel fastidioso gonfiore alla pancia. Molto comune per placare il gonfiore addominale anche l’uso del carbone vegetale  che ha la funzione di assorbire i gas intestinali, meglio evitare di prenderlo insieme ad altri medicinali la combinazione non aiuta ad esplicare i suoi effetti. Vista la frequente comparsa di questa patologia è opportuno chiedere sempre al medico cosa fare, quest’ultimo valuterà la situazione tenendo conto anche dei singoli problemi e relative influenze. Ad ogni modo il gonfiore addominale è un malessere molto comune e se, come abbiamo detto, è di facile gestione è anche vero che è molto fastidioso e in alcuni casi può dare luogo anche a spasmi e crampi e questo lo rende anche doloroso.

Loading...

Commenti