Fenomeno Joker, parlano gli analisti e gli psicoterapeutici

Fenomeno Joker, parlano gli analisti e gli psicoterapeutici

Un successo annunciato quello di Joker attualmente nelle sale italiane che si divide l’incasso con un’altra cattiva Maleficent. La domanda che psicoterapeutici e analisti si sono posti è del perchè personaggi dalla personalità così forte affascinano il pubblico che per certi versi non può fare a meno d’imitarli. Il caso Joker è stato spiegato dal Adriano Formoso, psicoterapeuta milanese che su Benessere Blog ha cercato di giustificare la popolarità di personaggi come Joker:”Joker è il protagonista di una triste storia esistenziale e spesso realistica nella società che non fa sconti a nessuno. L’opera pone l’attenzione sul vissuto di un personaggio tale da giustificarne la sua personalità omicida in una prospettiva sociologica e psicosociale inquisitoria verso la società. Joker come creazione sociale, eroe contro la disuguaglianza, la discriminazione e l’abbandono.”

Joker incurabile: questo attrae lo spettatore

Il fatto che Joker sia incurabile attira lo spettatore incuriosito dal fascino della paura elemento considerato chiave del successo:”Il fascino della paura che può generare uno psicopatico pericoloso o una mente molto disturbata è la chiave del successo di questo film soprattutto per i meno avvezzi ad accogliere il dolore umano. Ogni giorno mi confronto con la sofferenza psichica e guardato Joker con interesse come uno dei miei malati affetto da un grave disturbo della personalità che non gli consente di controllare l’agito.” Afferma il dottor Formoso riconoscendo il potenziale della psiche umana attratta da squilibri mentali e non solo anche se solo cinematografiche.

 

Loading...

Commenti