Perché depurarsi è importante

Ogni giorno il nostro corpo accumula una certa quantità d  tossine. Alcune sono endogene, perché prodotte dai processi metabolici del nostro organismo. Altre esogene, cioè provengono dall’ambiente esterno e vengono assorbite dal nostro corpo a seguito di una qualsiasi forma di contatto. Un esempio? Lo smog che respiri tutto il giorno tutti i giorni, il fumo, gli additivi alimentari, ecc…

Evitarle purtroppo è impossibile. Quello che però puoi fare è disfartene. Se infatti il tuo corpo non riesce a smaltirle, le tossine si accumulano. Con il tempo l’organismo potrebbe presentare sintomi come stanchezza, sbalzi d’umore, pancia gonfia, costipazione, mal di testa, colorito spento e pelle impura.

In questi casi diventa necessario aiutare reni, fegato, intestino e polmoni, gli organi deputati alla loro eliminazione dando così una mano al corpo a “disintossicarsi” dalle tossine e ritrovare non solo la sua forma perfetta ma anche la sua energia.

Consigli Alimentari

Ogni periodo di depurazione che si rispetti non può durare meno di tre settimane, durante le quali dovrai prestare attenzione anche all’alimentazione. Dovrà essere ricca di verdure e priva di condimenti cotti, fritti, formaggi, carni e alimenti grassi, alimenti ricchi di conservanti o zuccheri aggiunti, cioccolato e alcolici. Soprattutto dovrai imparare a limitare il consumo di sale.

Ottime verdure depurative sono la rucola e la valerianella, il sedano, ricchissimo di vitamine antiossidanti come la A e la C, sali minerali e oligoelementi. In fatto di depurazione poi, ad avere la sua bella rivincita è lui, il prezzemolo, ricchissimo di vitamine, ferro, calcio, magnesio e dotato di un’ottima attività depurativa.

Un’insalata di rucola, valerianella, sedano, carota e prezzemolo potrebbe essere un ottimo esempio di contorno sfizioso, colorato e soprattutto sano!

Loading...

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteMilk sharing, un fenomeno in crescita
Articolo successivoCreatina, tutti i vantaggi psichici e fisici
Mi chiamo Bottarelli Daniela Odea e sono nata a Brescia nel 1987. Nel 2010 ho conseguito la laurea come Educatrice Professionale Sanitaria ed ho lavorato a stretto contatto con diverse realtà sociali (comunità per minori, centri per disabilità medio-gravi, tossicodipendenza, educativa di strada, comunità per malati di Hiv, ecc..). Fin dall'adolescenza ho coltivato la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura, e per questo motivo, nel 2012 ho frequentato un corso per Redattore Editoriale che mi ha permesso di lavorare come collaboratrice esterna di diverse riviste di attualità e cultura, nonché come articolista per diverse riviste on line. Mi sono ammalata di cancro nel 2013 e da tre anni sto combattendo questa dura battaglia per la mia vita. Questa malattia mi ha tolto tanto, ma non la mia voglia di lottare, di crescere, di amare e di donare un po' di me al mondo. Ho deciso di condividere un po' di me attraverso le mie opere, partecipando a diversi concorsi letterari. La mia poesia “Voglio essere adesso”, si è classificata al quarto posto al Concorso “Il giro d'Italia delle poesie in cornice”, indetto dalla Casa Editrice Montedit e dall'Associazione Culturale Il Club degli autori. Un'altra mia poesia, “Io ce la farò”, si è anch'essa classificata finalista al Concorso “Marguerite Yourcenar 2016”. Ho scritto diversi romanzi, tra cui uno psico-thriller intitolato “Metamorfosi omicide”, che si è classificato finalista al Premio Letterario Internazionale Gaetano Cingari ( XI Edizione ). Nel mese di ottobre 2016 ho pubblicato la mia prima raccolta di poesie intitolata “Ho riscoperto il profumo della mia pelle” con Aletti Editore, collana Gli Emersi : in essa ho raccolto tutte le emozioni che questo percorso di riscoperta di me tramite la malattia, le mie speranze per il futuro ed il mio amore per questa mia vita, meravigliosa ed imprevedibile vita. Presentata come silloge di poesie presso il concorso Ebook in versi 2016, indetto dal Club degli Autori, “Ho riscoperto il profumo della mia pelle”, ha ricevuto un riconoscimento di merito da parte della giuria. A Natale uscirà il primo mio romanzo giallo dal titolo “Metamorfosi omicide”il primo di una serie di romanzi sul filone dello psico thriller.