Smiling depression: cos’è e chi colpisce

Smiling depression: cos’è e chi colpisce

La Smiling depression è un fenomeno strettamente legato alla tradizionale patologia, si differenzia da quest’ultima per il solo fatto d’essere nascosta dietro un “sorriso“, un modo per ingannare il malessere e conviverci al meglio ma che a lungo andare può causare dei problemi davvero rilevanti di cui occuparsi con estrema serietà. Olivia Remes, ricercatrice nota, ha recentemente pubblicato un articolo sulla rivista The Conversation dell’Università di Cambridge  dove ha messo in evidenza questo fenomeno allertando l’attenzione della comunità scientifica e non solo. La ricercatrice ha spiegato come la Smiling depression si presenta e come va affrontata.”Potrebbe sembrare che non abbiano motivo per essere tristi: hanno un lavoro, un appartamento e spesso anche bambini o un compagno. Sorridono quando li saluti e possono condurre conversazioni piacevoli. Indossano una maschera per il mondo esterno. Dentro, tuttavia, si sentono senza speranza e scivolare verso il basso, a volte anche pensando di farla finita con tutto. La forza con cui devono andare avanti può renderli particolarmente vulnerabili alla realizzazione di piani di suicidio. Ciò è in contrasto con altre forme di depressione, in cui si potrebbe avere un’idea di suicidio ma non abbastanza energia per agire.”

Smiling Depression, una patologia insidiosa e in continua crescita

Questo particolare tipo di depressione dove appunto le persone tendono a mascherare il loro malessere dietro ad atteggiamenti apparentemente normali, sereni e tranquilli merita una particolare attenzione anche in riferimento ai sintomi: sembra infatti che chi è colpito dalla Smiling depression abbia la tendenza a ripensare ai fatti negativi, ha un continuo bisogni di dormire e non riesce a superare con facilità ostacoli o situazioni in cui ha subito un fallimento. E’ in pratico uno status di depressione particolarmente insidioso, difficile da individuare che merita invece più attenzione e che non può essere denigrato a livello inferiore rispetto alla patologia tradizionale in quanto comporta le stesse se non più gravi conseguenze.

Loading...

Commenti