Paura di volare e omeopatia

L’omeopatia può rivelarsi un valido rimedio per combattere la paura di volare? Sì, stando a quanto afferma il dottor Stefano Occhiuto, medico chirurgo specialista in dermatologia e esperto in omeopatia.

Per chi deve percorrere un lungo viaggio in aereo e non si sente particolarmente a suo agio in volo, Gelsemium 30 CH, 5 granuli la sera prima del viaggio e 5 granuli un’ora prima della partenza è proprio il medicinale omeopatico che può aiutare chi ha paura di volare. Se poi, una volta arrivati a destinazione, è la sintomatologia da jet lag a prevalere, si può assumere Nux vomica 9 CH, 5 granuli mattino e sera, se i disturbi del sonno sono accompagnati da risvegli precoci e difficoltà digestive; Kalium phosporicum 30 CH, 5 granuli mattino e sera, è da preferire quando non si riesce a dormire per la troppa stanchezza

La paura di volare è tra le più frequenti. Molte persone non riescono a superare il terrore di salire ad alta quota. E allora, per tutte loro, ecco che i rimedi omeopatici possono rivelarsi utili per placare quelli che sono i sintomi più comuni correlati a questo tipo di disturbo. Ansia, cuore a mille, stato di agitazione perenne che non si abbassa fino a quando l’aereo non decolla e la persona si sente nuovamente “salva” e non in pericolo. Per cui, se avete questo problema, provate ad affidarvi ai rimedi più efficaci sopra elencati per fare in modo che il vostro viaggio in aereo non si riveli un vero e proprio strazio. Siete scettici? Pensate che l’omeopatia possa non essere utile nel vostro caso? Poco male, provare non nuoce. I rimedi omeopatici, essendo privi di tossicità, non hanno effetti negativi sull’organismo e, per questo motivo, sono indicati anche in caso di bambini e anziani. Chiedete comunque a un esperto per raccogliere le informazioni più importanti in merito.

Loading...

Commenti