La sindrome di Calimero: inadeguatezza di una patologia da comprendere

La sindrome di Calimero: inadeguatezza di una patologia da comprendere

La sindrome di Calimero o vittimismo patologico è una patologia che configura sensi di colpa singolari e che attribuisce a fattori esterni i propri insuccessi personali: complotti vari determinano le sfortune di chi soffre di vittimismo patologico. Chi è affetto da questa malattia è facilmente riconoscibile anche perchè tenta in continuazione di far sentire in colpa chi gli è vicino predicando il proprio vittimismo come un aspetto positivo della quotidianità. Il “Calimero” di turno si lamenta in continuazione, in modo ossessivo e perenne: la sua insoddsfazione è data soprattutto dalla non accettazione di se stesso e nella incapacità di cambiare e migliorarsi, cerca aiuto e solidarietà per poi rifiutarla una volta trovata. Si deduce che il vittimista non può essere aiutato, soprattutto consolato visto che vive tutti con sospetto e pregiudizio. Dato essenziale presente in chi soffre di questa sindrome è il senso di colpa, aspetto che il vittimista riconosce negli altri: ogni azione, situazione e dovute conseguenze è attribuita ad altri.

La sindrome di Calimero: vittime, vittimista e sensi di colpa

La sindrome di Calimero, detto così perchè ricorda il noto pulcino nero televisivo abbandonato dalla mamma perchè piccolo e nero, colpisce soprattutto quelle persone insicure che non hanno altro modo d’affermarsi e difendersi se non attraverso l’autocommiserazione, l’insicurezza li porta a non avere fiducia, a sospettare di chiunque ma soprattutto a non reagire. Le ingiustizie perseguitano il vittimista che rimane inerte, non ama i cambiamenti perchè comportano stati sconosciuti e situazioni poco gestibili. Detto ciò si deduce che chi soffre di questa patologia ha bisogno di un aiuto psicologico, una terapia diretta a configurare l’aspetto psichico del soggetto, purtroppo l’intervento esterno non è sempre facile dato che il vittimista difficilmente si fa aiutare, anche un vero amico è una minaccia per le sue certezze quotidiane, figuriamoci un estraneo.

Loading...

Commenti