La cucina laziale: il pecorino romano DOP

Oggi vi voglio parlare di un prodotto tipico della cucina laziale: il pecorino romano DOP, un formaggio di pasta dura e cotta, prodotto col latte fresco di pecora. Si presenta con una crosta sottile color avorio chiaro, una pasta compatta di colore bianco o giallo paglierino. Il gusto è intenso e leggermente piccante. La stagionatura si prolunga per un periodo compreso tra i 5 e gli 8 mesi.
Ecco una ricetta tipica della regione Lazio, con il pecorino romano DOP

Uova affogate in crema di patate con pecorino romano DOP

Ingredienti
4 uova freschissime
200 grammi di patate
latte
20 grammi di burro
150 grammi di pecorino romano DOP
3,2 dl di panna fresca
5 g di gelatina in fogli
aceto di vino bianco
1 ciuffo di erba cipollina
8 fettine di pane casereccio tostate
sale e pepe

Preparazione
Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda per 10 minuti. Scalate 1,2 dl panna, scioglietevi la gelatina strizzata mescolando, poi unite il Pecorino. Montate la panna rimasta ben fredda ed incorporatela alla crema di Pecorino raffreddata con movimenti dal basso verso l’alto. Regolate di sale, versate la mousse in un contenitore, chiudete e mettete in frigorifero per 3 ore. Intanto, lessate le patate per circa 35 minuti, scolatele, sbucciatele e passatele calde allo schiacciapatate. Salate, incorporate il burro e versate a filo circa 1 dl di latte caldo, poi cuocete a fuoco basso per 2-3 minuti, fino ad ottenere una crema morbida. Portate ad ebollizione 1 litro di acqua con 1 cucchiaino di aceto ed uno di sale. Sgusciate 1 uovo in una ciotola, girate l’acqua con un cucchiaio per creare un mulinello, fate scivolare al centro l’uovo ed abbassate il fuoco al minimo. Cuocete l’uovo per 3 minuti, raccogliendo l’albume intorno al tuorlo col mestolo forato; sgocciolatelo e trasferitelo su di un foglio di carta assorbente. Ripetete con le altre 3 uova. Suddividete la crema di patate in 4 ciotole, unitevi le uova ed infine, 2 cucchiai di mousse di pecorino. Sistemate le fette di pane, quindi spolverizzate con l’erba cipollina tagliuzzata con le forbici ed abbondante pepe.

Loading...

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteNatale e depressione: un rapporto diretto?
Articolo successivoDolci irresistibili durante le feste: ecco le ricette
Mi chiamo Bottarelli Daniela Odea e sono nata a Brescia nel 1987. Nel 2010 ho conseguito la laurea come Educatrice Professionale Sanitaria ed ho lavorato a stretto contatto con diverse realtà sociali (comunità per minori, centri per disabilità medio-gravi, tossicodipendenza, educativa di strada, comunità per malati di Hiv, ecc..). Fin dall'adolescenza ho coltivato la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura, e per questo motivo, nel 2012 ho frequentato un corso per Redattore Editoriale che mi ha permesso di lavorare come collaboratrice esterna di diverse riviste di attualità e cultura, nonché come articolista per diverse riviste on line. Mi sono ammalata di cancro nel 2013 e da tre anni sto combattendo questa dura battaglia per la mia vita. Questa malattia mi ha tolto tanto, ma non la mia voglia di lottare, di crescere, di amare e di donare un po' di me al mondo. Ho deciso di condividere un po' di me attraverso le mie opere, partecipando a diversi concorsi letterari. La mia poesia “Voglio essere adesso”, si è classificata al quarto posto al Concorso “Il giro d'Italia delle poesie in cornice”, indetto dalla Casa Editrice Montedit e dall'Associazione Culturale Il Club degli autori. Un'altra mia poesia, “Io ce la farò”, si è anch'essa classificata finalista al Concorso “Marguerite Yourcenar 2016”. Ho scritto diversi romanzi, tra cui uno psico-thriller intitolato “Metamorfosi omicide”, che si è classificato finalista al Premio Letterario Internazionale Gaetano Cingari ( XI Edizione ). Nel mese di ottobre 2016 ho pubblicato la mia prima raccolta di poesie intitolata “Ho riscoperto il profumo della mia pelle” con Aletti Editore, collana Gli Emersi : in essa ho raccolto tutte le emozioni che questo percorso di riscoperta di me tramite la malattia, le mie speranze per il futuro ed il mio amore per questa mia vita, meravigliosa ed imprevedibile vita. Presentata come silloge di poesie presso il concorso Ebook in versi 2016, indetto dal Club degli Autori, “Ho riscoperto il profumo della mia pelle”, ha ricevuto un riconoscimento di merito da parte della giuria. A Natale uscirà il primo mio romanzo giallo dal titolo “Metamorfosi omicide”il primo di una serie di romanzi sul filone dello psico thriller.