Dieta in allattamento

L’alimentazione è una delle principali fonti per il mantenimento della vita. In allattamento bisogna prestare alcune precauzioni affinchè mamma e bambino abbiamo la giusta dose di energia di cui hanno bisogno.

La mamma in allattamento deve innanzitutto avere una giusta quantità di liquidi nel corpo. Questo perché le ghiandole mammarie in questa fase necessitano di liquidi per produrre un buon latte. Si quindi all’acqua bevuta possibilmente la mattina o comunque non dopo i pasti. Due litri andranno più che bene. I succhi di frutta così come altre bevande zuccherate possono essere introdotte nella dieta a patto che non si esageri. No a bibite gassate che potrebbero causare gonfiore addominale nel bimbo e quindi dare il via alle famose “colichette”. Il the va abolito perché contiene la famosa “teina” che ecciterebbe il bambino. Meglio quello deteinato.

Per quanto riguarda il cibo solido è bene sapere che va mangiato tutto anche se in piccole porzioni (non bisogna mangiare assolutamente per due). Alcuni cibi andrebbero mangiati con moderazione perché rendono sgradevole il sapore del latte. Questi cibi sono : i broccoli, le verze, l’aglio, i cavolfiori e cioccolata che potrebbe rendere le feci del bambino un po’ aggressive e quindi infiammare la zona del sederino. Anche cozze e vongole così come crostacei in generale devono essere aboliti.

I primi perché potrebbero contenere batteri e quindi provocare gastroenteriti o cose peggiori come l’epatite, i secondi perché potrebbero causare allergie. Passiamo adesso ad esaminare i cibi che vanno mangiati con tranquillità. Si a pasta ,riso e cereali, anche i legumi vanno mangiati ma in piccole quantità per non creare “aria” nel pancino del piccolo. Brodi di carne e verdure ben lavate sono di fondamentale importanza per la salute della mamma in quanto danno il giusto equilibrio di sostanze nutritive. Le carni devono essere cotte benissimo  e quindi non lasciate al sangue se fatte alla griglia o comunque in padella .

Le uova vanno bene se mangiate due volte a settimana. I latticini vanno assunti con moderazione per una questione di fermentazione. Si a ricotta esclusivamente vaccina, latte parzialmente scremato, provola fresca , evitiamo i formaggi troppo stagionati per un alto contenuto di sale tranne il grana che può essere un valido rimedio contro la stanchezza. Penso che sia superficiale dire che 3 porzioni di frutta fresca aiuteranno il corpo della mamma e del bambino ad aumentare le difese immunitarie.

Loading...

Commenti