L’anguria, utile alimento per contrastare la stanchezza dei mesi estivi

L’anguria è composta per circa il 95% da acqua, per il 3,7% da zuccheri, per lo 0,4% di proteine e per lo 0,2% da fibre. Apporta circa 16 kcal per 100 grammi di polpa fresca. É ricchissima di minerali ( magnesio, potassio, ferro, fosforo ) e di vitamine, ta cui la vitamina A, C, B2 e B6. Da sottolineare la presenza di licopene, sostanza antiossidante tipica del pomodoro che conferisce alla polpa dell’anguria la colorazione rossa. L’anguria possiede diverse propiretà: contrasta la stanchezza e la spossatezza causate dalla perdita di sali minerali; combatte la ritenzione idrica, poiché idrata e depura l’organismo; contribuisce a regolare la pressione sanguigna. Rinforza il sistema immunitario ed ha proprietà antiinfiammatorie, grazie al contenuto in licopene che contrasta i radicali liberi. Migliora l’aspetto della pelle e dei capelli, grazie al contenuto di vitamine A, C ed E. la parte bianca della polpa dell’anguria contiene la maggiore concentrazione di citrullina, un amminoacido atipico, che una volta ingerito, si trasforma in arginina, che a sua volta regola la dilatazione e l’elasticità dei vasi sanguigni ed il sistema immunitario

Ricetta. Ghiaccioli di anguria

Ingredienti per 4 persone

300 grammi di anguria
500 ml d’acqua
succo di mezzo limone

Tagliate a cubetti l’anguria e ponetela per mezz’ora in un colino adagiato su di un recipiente, in modo da raccoglierne il succo. Versate il succo ottenuto e l’acqua in una casseruola, ponetela sul fuoco e lasciatela sobbollire per 3 minuti. Una volta tolta dal fuoco, unire il succo di limone e lasciar raffreddare il composto ottenuto.

Loading...

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteI cibi amici della pelle
Articolo successivoLa verdura dell’estate: proprietà del cetriolo e ricetta naturale
Mi chiamo Bottarelli Daniela Odea e sono nata a Brescia nel 1987. Nel 2010 ho conseguito la laurea come Educatrice Professionale Sanitaria ed ho lavorato a stretto contatto con diverse realtà sociali (comunità per minori, centri per disabilità medio-gravi, tossicodipendenza, educativa di strada, comunità per malati di Hiv, ecc..). Fin dall'adolescenza ho coltivato la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura, e per questo motivo, nel 2012 ho frequentato un corso per Redattore Editoriale che mi ha permesso di lavorare come collaboratrice esterna di diverse riviste di attualità e cultura, nonché come articolista per diverse riviste on line. Mi sono ammalata di cancro nel 2013 e da tre anni sto combattendo questa dura battaglia per la mia vita. Questa malattia mi ha tolto tanto, ma non la mia voglia di lottare, di crescere, di amare e di donare un po' di me al mondo. Ho deciso di condividere un po' di me attraverso le mie opere, partecipando a diversi concorsi letterari. La mia poesia “Voglio essere adesso”, si è classificata al quarto posto al Concorso “Il giro d'Italia delle poesie in cornice”, indetto dalla Casa Editrice Montedit e dall'Associazione Culturale Il Club degli autori. Un'altra mia poesia, “Io ce la farò”, si è anch'essa classificata finalista al Concorso “Marguerite Yourcenar 2016”. Ho scritto diversi romanzi, tra cui uno psico-thriller intitolato “Metamorfosi omicide”, che si è classificato finalista al Premio Letterario Internazionale Gaetano Cingari ( XI Edizione ). Nel mese di ottobre 2016 ho pubblicato la mia prima raccolta di poesie intitolata “Ho riscoperto il profumo della mia pelle” con Aletti Editore, collana Gli Emersi : in essa ho raccolto tutte le emozioni che questo percorso di riscoperta di me tramite la malattia, le mie speranze per il futuro ed il mio amore per questa mia vita, meravigliosa ed imprevedibile vita. Presentata come silloge di poesie presso il concorso Ebook in versi 2016, indetto dal Club degli Autori, “Ho riscoperto il profumo della mia pelle”, ha ricevuto un riconoscimento di merito da parte della giuria. A Natale uscirà il primo mio romanzo giallo dal titolo “Metamorfosi omicide”il primo di una serie di romanzi sul filone dello psico thriller.