Aloe vera: proprietà, consigli d’uso e controindicazioni

Scopriamo insieme le innumerevoli proprietà dell’aloe vera, gli usi più comuni e le eventuali controindicazioni di questa straordinaria pianta.

Utilizzata fin dall’antichità, l’aloe vera è una pianta dalle molteplici proprietà terapeutiche, nota tutt’oggi per le sue virtù e le innumerevoli possibilità d’utilizzo.

Aloe vera: la pianta

Nota anche con il nome di “pianta miracolosa”, l’aloe vera (Aloe Barbadensis) è particolarmente apprezzata per le sue proprietà terapeutiche naturali.

Questa pianta predilige climi caldi e aridi, crescendo spontaneamente nelle aree desertiche. Spesso confusa per il più comune cactus, l’aloe fa parte della famiglia delle liliacee, così come l’aglio e i tulipani.

Proprietà curative

Dalle foglie carnose dell’aloe vera si possono ottenere due differenti estratti: il gel e il succo condensato. Al loro interno sono presenti ben 200 composti attivi e oltre 75 preziosi nutrienti come: vitamine, minerali, aminoacidi, enzimi, saccaridi e steroli vegetali.

Benefici per l’organismo e principali utilizzi

  • Svolge un’azione depurativa e favorisce l’espulsione delle tossine
  • Rinforza le difese immunitarie dell’organismo
  • Migliora i processi digestivi e favorisce un corretto assorbimento delle sostanze nutritive
  • È un antibatterico e antivirale naturale
  • Svolge un’azione antinfiammatoria ed antitumorale
  • Ha un effetto lenitivo su lesioni, abrasioni ed ustioni cutanee. Favorisce la cicatrizzazione e la guarigione dei tessuti danneggiati.
  • Cura e contrasta dermatiti batteriche ed eczemi
  • Idrata e nutre la pelle, rendendola più liscia ed elastica.
  • Ripara il capello, lo lucida e previene la comparsa di forfora e calvizie.
  • Migliora l’igiene della bocca e ostacola la formazione del tartaro.

Controindicazioni

L’utilizzo dell’aloe vera non presenta particolari controindicazioni. L’abuso o un uso eccessivo del succo di aloe, che superi i 200 ml al giorno, potrebbe causare dissenteria, gastrite e crampi addominali. L’aloe vera, se assunta per via interna, potrebbe interagire con altri farmaci riducendone l’assorbimento o aumentandone la tossicità per l’organismo.

Loading...

Commenti