Il menu salva-studio per la Maturità

MILANO 22 Giu 2011 - PRIMA PROVA SCRITTA DEGLI ESAMI DI STATO, ESAME DI MATURITA' ALL'ISTITUTO ETTORE CONTI SAVOIA CATTANEO FARAVELLI p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate - MILANO 2011-06-22 PRIMA PROVA SCRITTA DEGLI ESAMI DI STATO, ESAME DI MATURITA' ALL'ISTITUTO ETTORE CONTI PRIMA PROVA DEGLI ESAMI DI MATURITA' ALL'ETTORE CONTI STUDENTI,SCUOLE SUPERIORI,ESAMI DI MATURITA',SCUOLA,ISTRUZIONE - fotografo: Nicola Marfisi / Fotogramma / Fotogramma

Una regola fondamentale soprattutto per gli studenti è quella di non saltare la colazione. Questa favorisce infatti una maggiore capacità di memoria, migliora il livello di concentrazione, di ascolto e di comprensione. La cosa fondamentale è scegliere alimenti digeribili. Evitare insomma tutto ciò che è farcito e che richiede un impegno digestivo maggiore, una colazione leggera, a base di latte, yogurt e cereali è l’ideale per chi deve sostenere l’esame di maturità.

A consigliare il menu del maturando è la biologa nutrizionista Valeria del Balzo dell’Università La Sapienza di Roma, pubblicato sul blog di Aidepi, l’Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane. ”Una colazione basata su cereali abbinati a zuccheri di rapido assorbimento è il segreto per una migliore funzione cerebrale – chiarisce  Del Balzo – Importante poi inserire il latte o yogurt e un frutto di stagione”. In sintesi la parola chiave è digeribilità. Si può scegliere di bere latte fresco, viste le alte temperature, e un frutto. Da mangiare, perché fa bene, anche la frutta secca, che contiene omega 3 e acidi grassi essenziali. Si può variare tra noci, nocciole e mandorle.

Cominciare la giornata con un menu equilibrato: intorno alle 350 – 400 calorie. Il menu dei maturandi, spiega la nutrizionista, può prevedere: “ un bicchiere di latte parzialmente scremato (200 grammi), con aggiunta di caffè o orzo e un cucchiaino di zucchero (5 g), o uno yogurt magro da 125 g, anche alla frutta; una porzione di biscotti (30 g) o un prodotto da forno scelto tra i meno farciti, come una merendina a base di pan di spagna o una fetta di ciambellone, e 2-3 noci o nocciole o mandorle; oppure una tazza di muesli (25 g); un frutto di stagione a scelta tra una pesca, una pera, una prugna, 2-3 albicocche oppure 2 fettine di melone”.

La frutta infatti non va trascurata o esclusa dalla dieta: contiene vitamine e sali minerali, un aiuto maggiore per idratarsi in modo corretto. Infine, per il giorno dell’esame si deve scegliere qualcosa che sia facilmente digeribile. Alimentarsi, in altre parole, in modo leggero, evitando cibi farciti, che sono difficili da digerire. Preferire il latte fresco per favorire un buon apporto di liquidi.

Loading...

Commenti