Alimentazione, il cibo del buonumore e dell’allegria

L’alimentazione è importante perché aiuta a stare sereni e pieni di energia positiva. È quindi necessario nutrirsi bene e scegliere la dieta giusta. Può succedere, nel cambio stagione, di sentirsi privi di energie, un po’ sotto tono e con un pessimo umore. Allora bisogna aiutarsi partendo proprio dal cibo, da ciò che si porta a tavola, scegliere insomma l’alimentazione che stimola o contiene sostanze che servono a favorire il benessere e la tranquillità.

Tra le sostanze che agiscono sul cervello, due in particolare, sono utili per il tono dell’umore. Si tratta della dopamina e della serotonina. La prima è un neurotrasmettitore che regola il piacere, l’affettività e gli stimoli di motivazione e ricompensa. La seconda è l’ormone della serenità ed è fondamentale nella regolazione dell’umore. La dopamina si sintetizza attraverso due aminoacidi, la tirosina e la fenilalanina. La fenilalanina non è prodotta dall’organismo ed è dunque necessario assumerla dall’esterno, attraverso alimenti, quali la carne, il pesce, le uova e i formaggi. La serotonina è sintetizzata da un aminoacido, il triptofano. Per attivarla un alimento utile sono i carboidrati, cereali come avena, frumento, riso, segale, farro e miglio.

Il pesce azzurro e le noci hanno un importante effetto sull’umore. Rappresentano un toccasana in quanto favoriscono la salute del cuore, servono a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e aiutano anche contro l’ipertensione e sono inoltre utili contro la depressione. Importanti per il benessere fisico e psicofisico sono le vitamine. È bene mangiare molta frutta e verdura, che ne sono ricchi.

Tra i cibi del buon umore vanno ricordati l’avena e i cereali integrali. L’avena è il cibo del benessere, utile per la salute della mente. Poi ci sono le uova, ricche di magnesio, vitamine e minerali. Aiutano a proteggere le funzioni cognitive e contrastare l’invecchiamento e i cali di memoria. Contro il cattivo umore è bene scegliere sardine, alici, salmone o in alternativa pesce spada, sgombro, spigola e trota. La frutta va consumata ogni giorno in quanto è ricca di sali minerali e vitamine. Le banane, ricche di potassio, servono a contrastare la stanchezza e l’affaticamento. Ottimi anche il mango e i datteri, ricchi di triptofano. E ancora: la frutta secca, come mandorle o noci, che sono ricche di Omega 3, danno effetti positivi sull’umore. Da non dimenticare anche il cioccolato fondente, che aiuta la concentrazione, favorendo la calma.

Loading...

Commenti