Cinema per curare i pazienti all’Ospedale Niguarda di Milano

Una bellissima iniziativa vede protagonista l’Ospedale Niguarda di Milano che sposa il progetto MediCinema. Troverà posto nella struttura ospedaliera la prima sala cinema sensoriale creata per tutti i pazienti che potranno così passare qualche ora di relax trovandosi ricoverati.


La sala, la prima di Milano, viene presentata a un anno dall’inaugurazione presso il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, dove è sorto il primo vero cinema integrato in una struttura ospedaliera in Italia. Un bellissimo progetto che mira alla salute non solo fisica dei pazienti ma anche psicologica. Con la possibilità di andare al cinema in ospedale i degenti avranno l’occasione di coltivare il buonumore e alleggerirsi dalla pesantezza del ricovero. Marco Trivelli, Direttore Generale, Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, ha spiegato i motivi che hanno portato la sua struttura a contemplare l’idea di un cinema all’interno tutto dedicato ai pazienti:



L’ambizione del nostro Ospedale è prendersi cura della persona nella sua globalità e individualità e per questo, convinti degli effetti positivi della cinematerapia sui pazienti, attraverso questo progetto vogliamo realizzare uno strumento in più per donare sollievo, momenti di normalità, di distrazione dalla malattia per chi è ricoverato in ospedale.  Il Niguarda, da tempo, ha già in atto una positiva esperienza in questo ambito con la sala cinematografica nell’area  “Spazio Vita” dell’Unità Spinale e più recentemente in Pediatria. Questa innovativa sala sensoriale verrà realizzata al Blocco Nord grazie alla progettualità e l’impegno di MediCinema Onlus e il prezioso sostegno di Walt Disney Company Italia

Una iniziativa davvero lodevole insomma quella portata avanti dall’Ospedale Niguarda di Milano alla quale potrebbero farne seguito anche altre. Prima della struttura lombarda, anche il Policlinico Gemelli di Roma aveva investito nella stessa direzione, certo che la cura dei pazienti dovesse necessariamente passare dalla cura della psiche. Pazienti più felici e rilassati, insomma, guarirebbero con più velocità.

Photo Credits | Pixabay

Loading...