Reflusso gastroesofageo curarlo con l’alimentazione è possibile

Reflusso gastroesofageo curarlo con l’alimentazione è possibile

Reflusso gastroesofageo e alimentazione convivono in uno stretto rapporto di quotidianità, almeno nei casi meno gravi dove la patologia si manifesta in modo superficiale e non necessita di una terapia medica seria. Il reflusso è quel fenomeno in cui i succhi gastrici risalgono dallo stomaco all’esofago, raggiungendo nei casi più gravi perfino la gola, una malattia che colpisce tantissime persone e che crea alcuni disagi nella vita quotidiana. Normalmente il reflusso viene curato sia con una terapia farmacologia che allevia alcuni sintomi che con una dietetica determinante per prevenire la comparsa di ulteriori fastidi. La dieta è infatti una componente essenziale nel tenere sotto controllo questa malattia, la scelta d’alcuni alimenti piuttosto che altri è il primo passo per cercare d’eliminare il reflusso. Prima regola da seguire è quella di mangiare lentamente in quanto è risaputo che la prima digestione avviene in bocca: una masticazione lenta e una suddivisione dei pasti durante la giornata aiutano notevolmente a tenere sotto controllo acidità e bruciore di stomaco.

Reflusso gastroesofageo: alimenti si e no

Il secondo passo è diretto ad evitare di mangiare tutti quei cibi che favoriscono la comparsa del reflusso, facilitandone la presenza in quei soggetti particolarmente disturbati. Cibi grassi come la frittura o la cioccolata, ma anche i formaggi ritardano lo svuotamento dello stomaco aumentando le possibilità che si verifichi una risalita di succhi acidi. E’ inoltre opportuno evitare le bevande gassate che comportano l’aumento dei gas nello stomaco favorendo la risalita verso l’alto del contenuto gastrico. Da tenere sotto controllo anche alcuni cibi detti irritanti come il vino. I consigli da seguire sono generici ma possono apportare notevoli vantaggi come bere molta acqua, non abusare di farmaci, e smettere di fumare. Infine un discorso a parte va fatto per il latte che è ricco di grassi e proteine, il suo effetto immediato è benefico ma a lungo andare può causare la comparsa dei sintomi soprattutto se è assunto in quantità eccessive.

Loading...

Commenti