La cistite, curarla con l’omeopatia si può

La cistite, curarla con l’omeopatia si può

La cistite è una patologia infiammatoria delle vie urinarie, può essere acuta ma anche cronica e solitamente colpisce in alta percentuale le donne anche se non è esclusa la sua presenza nell’uomo. A causare questo fastidioso disturbo alcuni agenti patogeni come Stafilococcus epidermidis e Streptococcus fecalis; Proteus, Klebsiella, Serratia, Enterobacter e Pseudomonas (presenti nella flora fecale) che giungono alla vescica per via ascendente attraverso l’uretra (l’ultimo tratto delle vie urinarie).  L’Escherichia Coli, presente nella flora intestinale è tuttavia il batterio maggiormente responsabile della comparsa della cistite, nel più del 90% dei casi è proprio questo germe a causarne la comparsa. La cistite è caratterizzata da una sintomatologia particolare che va dal fastidioso ma anche doloroso bruciore interno alla continua minzione dell’urina, minzione che si fa più frequente durante la notte. Questa patologia, che è molto più comune di quanto ci si aspetti, va curata con terapie apposite anche se nei casi meno gravi o per evitare recidive e dunque prevenirla è possibile approcciarsi ad alcune terapie omeopatiche decisamente efficaci.

Cistite da “luna di miele” e omeopatia

L‘omeopatia a tal proposito propone molte soluzioni che incidono direttamente sia sulla fase acuta che cronica. In primo luogo è opportuno somministrare ai pazienti una terapia di base in grado di prevenire o comunque limitare la comparsa della malattia. Secondo gli addetti ai lavori che riconoscono un potere efficace all’omeopatia è opportuno consigliare d’assumere quotidianamente Berberis 5 CH che aiuta l’apparato urinario e ha un effetto drenate necessario in questi casi. L’Arsenicum album invece si somministra quando la cistite fa la sua comparsa con bruciori vari. Molto noto è anche Nux vomica che viene prescirtto ai pazienti ansiosi e agitati. Comune anche la comparsa di un particolare tipo di cistite detta “da luna di miele” che solitamente si presenta o dopo il primo rapporto sessuale o anche quando c’è un’astinenza prolungata, in molti casi questa cistite viene curata con Staphysagria un rimedio conosciuto che tende a reprimere le emozioni e a somatizzare.

Loading...

Commenti