Dolcificanti artificiali e glicemia: un rapporto stretto e equilibrato

Dolcificanti artificiali e glicemia: un rapporto stretto e equilibrato

L’acesulfame, l’aspartame, la saccarina sono i più noti dolcificanti presenti in commercio, sono soprattutto quelli più utilizzati come sostituti dello zucchero bianco questo perchè apportano poche calorie e sono perfetti nel caso di diete ipocaloriche, o per chi soffre di diabete e glicemia alta. I dolcificanti artificiali sono molto popolari e vengono spesso utilizzati in modo inappropriato, soprattutto negli ultimi tempi c’è stato un abuso di questi prodotti di cui si conoscono poco gli effetti collaterali a lungo termine, per questa ragione spesso si consiglia di ridurne il consumo ai limiti del necessario. Recentemente inoltre si preferisce utilizzare al posto dei dolcificanti artificiali più comuni la stelvia, uno zucchero naturale a zero calorie che non provoca conseguenze alla glicemia e più in generale ai livelli di zucchero nel sangue, e secondo studi accertati non avrebbe alcuna conseguenze psico-fisica negativa.

La glicemia, i rimedi naturali per tenerla sotto controllo

Ad essere tenuta sotto controllo quando si usano i sostitutivi dello zucchero è soprattutto la glicemia i cui picchi o alterazioni possono causare non pochi problemi.  La glicemia, ossia la concentrazione di zuccheri nel sangue, no dovrebbe subire picchi dovrebbe essere mantenuta stabile grazie anche ad un’alimentazione adeguata e priva d’eccessi. E’ possibile poi sfruttare le potenzialità di alcuni rimedi naturali in grado di poter gestire la glicemia mantenendola equilibrata: utilizzare preparati di sambuco, mirto, eucalipto, opuntia e ginseng americano aiuta a non subire variazioni in grado di causare malesseri e patologie future. Ovviamente glicemia e consumo di zuccheri vanno di pari passo e questo comporta l’eliminazione dalla dieta di soggetti affetti da questa patologia dello zucchero bianco ma anche di tutti quegli alimenti che lo contengono, favorire l’uso di dolcificanti ma anche di  alimenti a basso contenuto zuccherino è il primo passo per poter convivere serenamente con questo sempre più comune malessere che colpisce oggi gran parte della popolazione a prescindere dall’età.

Loading...

Commenti