Mantenere i segreti? Fa male alla salute

Mantenere i segreti fa male alla salute. Lo dice la scienza. In particolare, si tratta di una ricerca della Tufts University degli Stati Uniti, pubblicata sulla rivista Journal of Experimental Psychology. Gli studiosi americani hanno effettuato lo studio su un campione composto da mille volontari che hanno svelato i segreti inconfessabili e le sensazioni negative che comportava l’averli non svelati.  Ciò che avviene è che non raccontare a nessuno segreti di cui si viene a conoscenza comporta ansia con uno sforzo emotivo e psichico non indifferente. È naturale che una volta svelato il segreto si ottenga una sensazione di benessere.

Altro risultato: sui mille volontari nessuno ha dichiarato di non avere segreti da confessare e la media dei segreti nascosti da ogni singolo individuo è di 13 durante gli anni, di cui 5 mai svelati a nessuno.

Da qui l’analisi in merito al perché si decide di mantenere un segreto. Secondo gli esperti sarebbe la paura del giudizio negativo degli altri a comportare la scelta del silenzio. Insomma, si prova vergogna e ciò impedisce di svelarli, danneggiando la propria salute.

Per comprendere ciò che si ritiene inconfessabile, gli studiosi hanno suddiviso i segreti con 38 diverse etichette. Tra questi segreti sono emersi quelli relativi ad aborti o gravidanze nascoste, l’aver compiuto azioni illegali, i tradimenti del partner o gusti omosessuali. E ancora: la vergogna, in ambito politico, di svelare in pubblico la scelta del partito per cui votare. In più, come per il tradimento, vi è la tendenza a tenere nascosta la mancanza di relazioni sessuali da tempo. In altre parole la maggior parte dei segreti tenuti nascosti riguardano le relazioni con gli altri e la paura di deludere chi ci sta vicino.

Secondo un altro studio condotto dall’Università di Harvard i meccanismi di difesa falliscono quando si ha una situazione di stanchezza. Quindi si tende a rivelare cose inconfessabili. Insomma, sarebbe colpa dello stress. Ma anche dei sensi di colpa…

Tacere però rappresenta anche un atto di resistenza, sviluppare la capacità di proteggere la privacy propria e quella degli altri e dire no alle chiacchiere è importante, comporta una responsabilità che potrebbe avere delle conseguenze negative.

Loading...

Commenti