Quando lo stress fa bene

Battiti accelerati, respirazione affannosa, tensione in tutto il corpo: sono tutti sintomi dello stress. È un fenomeno che si manifesta di frequente in alcuni periodi della vita, magari perché sottoposti ad eccessivi problemi da affrontare o a causa di un carico di lavoro maggiore. Insomma, indipendentemente dalle cause, lo stress può essere considerato un alleato. Vediamo perché.

In genere si tende a correre ai ripari evitandolo, ma non sempre si rivela la cosa giusta da fare. Uno studio dell’Università del Wisconsin ha evidenziato come chi considera lo stress un nemico abbia il 43 per cento di probabilità in più di ammalarsi gravemente a livello cardiaco. Secondo lo studio lo stress è da considerarsi quindi un alleato e cercare di combatterlo è una reazione sbagliata perché lo stress è una reazione di adattamento del corpo “a un pericolo percepito dalla mente”. Al contrario è nocivo quando si prolunga nel tempo e non si hanno risorse per gestirlo per affaticamento o perché si è tesi da giorni. In caso contrario lo stress è positivo.

Quando si manifestano dei sintomi fastidiosi è perché il corpo si prepara ad affrontare la sfida che si presenta. Se il cuore batte forte è perché sta pompando più sangue, se il respiro è accelerato è perché sta portando più ossigeno. Quando si è sotto stress viene rilasciato l’ormone della felicità, che si chiama ossitocina, che è lo stesso del buonumore. Serve a rilassare le arterie e le vene, serve inoltre a rigenerare le cellule cardiache e allunga la vita. In più questo ormone aumenta la socializzazione. È come se il cervello si trasformasse in una sorta di radar che riesce a far comprendere chi nello stesso ambiente sta percependo le stesse emozioni, le difficoltà. Ciò aiuta a sentirsi meno soli, meno abbandonati e fa sentire più forti.

Inoltre è importante l’approccio con lo stress: se lo si interpreta come alleato e si interagisce con gli altri allora si hanno le giuste “chiavi” per gestirlo. Quando, nonostante lo stress, si riesce a comprendere ciò che sta accadendo, si garantisce una certa lucidità e una capacità maggiore ad affrontare i problemi che si manifestano, ciò stacca gli automatismi del cervello, cioè si lasciano le reazioni di fuga di difesa e si dà spazio alla ragione e si prendono decisioni.

Loading...

Commenti