La cipolla rossa è un potente antitumorale

Red onions at the market

La cipolla è sempre stata definita il cibo della salute proprio perché utilizzata per difendersi dalle malattie. Riduce infatti i livelli di colesterolo cattivo, è ricca di vitamina C, E, di ferro, magnesio, selenio, zinco e iodio. Usata come antinfluenzale, antiemorragica e depurativa e ora anche come una potente arma contro il cancro. Adesso, infatti, gli studiosi affermano che la cipolla rossa è anche un ottimo antitumorale. La cipolla rossa, grazie all’alto contenuto di quercetina, un tipo di flavonoide che ha un potere antiossidante, risulta efficace perché uccide le cellule del tumore al colon.

Si tratta di uno studio effettuato dall’University of Guelph del Canada e pubblicato sulla rivista Food Research International. I due ricercatori, il professor Suresh Neethirajan e il dottor PhD Abdulmonem Murayyan hanno testato cinque tipi di cipolle, coltivate in Ontario, una regione canadese, scoprendo che la cipolla ‘Ruby Ring onion’, appunto di colore rosso, è quella che si è classificata al primo posto come antitumorale. Si tratta di cipolle che contengono un’alta concentrazione di quercetina, rispetto alle altre coltivate nel resto del mondo. Inoltre questo tipo di cipolla è ricca di antocianine, che dà all’ortaggio il colore rosso e aumenta l’azione anticancerogena. Di recente, è stato anche constatato che le cipolle sono efficaci anche ad uccidere le cellule tumorali del seno.

“Abbiamo trovato che le cipolle sono eccezionali nell’uccidere le cellule tumorali – afferma uno dei ricercatori, Abdulmonem Murayyan. “Le cipolle – spiega – attivano percorsi che incoraggiano le cellule tumorali a subire la morte cellulare. Promuovono un ambiente sfavorevole per le cellule tumorali e disturbano la comunicazione tra le stesse, cosa che ne inibisce la crescita”.

Lo studio è stato fatto ponendo le cellule tumorali del cancro al colon a diretto contatto con l’estratto di quercetina dei cinque tipi di cipolle testate. Il passo successivo sarà quello di indirizzare la sperimentazione direttamente sull’uomo.  Nel frattempo gli scienziati stanno studiando il modo per estrarre la quercetina senza l’impiego di sostanze chimiche.

Sono diversi, inoltre, gli studi che hanno dimostrato come una cattiva alimentazione possa generare malattie, persino il cancro. Bisogna quindi partire da una sana alimentazione per prevenire l’insorgenza di malattie, sfruttando le proprietà di alcuni alimenti, che servono a contrastarne l’insorgenza.

Loading...

Commenti